Vaccini, il Ministero gela la Regione: "Nessuna proroga"

Vaccini, il Ministero gela la Regione:

Vaccini, il Ministero gela la Regione: "Nessuna proroga"

La proroga è stata decisa dall'assessore regionale alla Formazione, Roberto Lagalla. Lo ha detto il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), Walter Ricciardi, riferendosi a quanto prevede la circolare del 27 febbraio 2018, che fissava al 10 marzo il termine della consegna dei documenti relativi alle vaccinazioni in asili nido, materne e scuola dell'obbligo.

Recita la nota del Ministero: "Nessuna proroga sulla scadenza del 10 marzo ai fini della presentazione alle scuola dei certificati di vaccinazione o della prenotazione alla Asl".

La nota del ministero inviataieri sera è chiara: "Il termine del 10 marzo vale per tutte le Regioni, anche per quelle che hanno aderito alla procedura semplificata. Per questo, nel caso non si sia adempiuto agli obblighi vaccinali entro il 10 marzo, è vietato l'accesso per asili nido e scuola dell' infanzia (da 0 a 6 anni) fino a quando il minore non sarà vaccinato o non avrà regolarizzato la propria posizione vaccinale". L'assessore spiega al "Giornale di Sicilia" che dopo tale data la Regione si muoverà, anche con le multe ai genitori che potranno andare da 100 a 500 euro. "In ogni caso, i bambini (0-6 anni) saranno immediatamente riammessi a scuola nel momento in cui dimostrino di essere in regola" conclude il Ministero.

Altre Notizie