Tentato omicidio di un calciatore, arrestati due rapper "social"

Tentato omicidio di Scandiano 2 ragazzi arrestati dai carabinieri

Tentato omicidio di un calciatore, arrestati due rapper "social"

In particolare era intervenuto in difesa di un amico a cui era stato puntato il coltello alla gola. Quell'intervento era costato ad Aldi Shipliati, 20enne albanese residente in città e bomber dell'Arcetana Calcio, tre coltellate al ventre e il ricovero in codice rosso all'ospedale di Reggio Emilia. In manette, con l'accusa di concorso in tentato omicidio e porto abusivo di armi, sono finiti due giovani rapper, un ventenne nativo di Castelnovo Monti e residente a Viano, ritenuto autore materiale delle coltellate, già fermato venerdì a Scandiano, e il complice, 36enne originario di Sassuolo e residente a Viano, arrestato ieri sera a Genova dopo una mirata attività di ricerca.

La vittima era stata accoltellata non lontano dalla stazione ferroviaria di Scandiano a seguito di una lite scaturita per futili motivi.

I carabinieri di Scandiano, insieme ai colleghi della compagnia di Reggio Emilia, sono riusciti a risalire ai responsabili e hanno arrestato i due tra Genova e la provincia di Reggio Emilia.

Uno è in carcere a Reggio mentre l'altro in quello di Genova. Nel corso delle indagini i carabinieri, poco lontano dal luogo dell'accoltellamento, hanno trovato e sequestrato il coltello con una lama di 8,5 cm con delle tracce di sangue.

Altre Notizie