Unione Europea: Eliminare Commissioni e Costi Extra sulle Carte di Credito

È entrata in vigore una direttiva dell'Unione Europea che vieta le commissioni aggiuntive sugli acquisti con carta di

Carte di credito. Da oggi addio ai costi extra per i cittadini europei

L'esigenza nasce dalla necessità da un lato di regolamentare un contesto di mercato caratterizzato da una complessità crescente in termini di player-i cd operatori economici- ed evoluzioni digitali, dall'altro di armonizzare un quadro regolamentare europeo frammentato a seguito delle differenze di recepimento delle normative comunitarie tra i vari Stati Membri. La direttiva impone anche nuove misure di sicurezza che i servizi di pagamento devono rispettare per tutelare i clienti e dei loro conti bancari. Visto che quest'ultima tipologia di commercio sta prendendo sempre più piede, è necessario adeguarsi.

La maggiore novità della PSD 2, quella con l'impatto più consistente per i cittadini, riguarda il divieto di costi extra sui pagamenti effettuati con carta.

La parte della direttiva che riguarda le commissioni impedirà ad esempio ai siti di e-commerce di far pagare ai propri clienti dei costi di transazione per l'uso delle carte di credito: una pratica diffusa, ad esempio, dai siti delle compagnie aeree low cost che spesso fanno pagare tra i 5 e i 10 euro per completare un acquisto se il pagamento avviene con una carta. La direttiva, denominata Psd2, elimina di fatto le commissioni extra applicate ai pagamenti eseguiti con carte di credito o bancomat. Ora la sua responsabilità scende a 50 euro.

L'Ue ha anche rafforzato i meccanismi di trasparenza relativi ai costi di commissione. Fino ad oggi, alla transazione veniva applicato un tasso di cambio arbitrario, in ogni caso poco chiaro. Una revisione di un provvedimento del 2007 che si è resa necessaria. Tante tutele e tanti vantaggi per tutti. Secondo quanto calcolato dalla Commissione europea, l'applicazione della direttiva farà risparmiare ai consumatori circa 550 milioni di euro l'anno.

Altre Notizie