Influenza 2018, i sintomi, il picco previsto e le ultime news

Vaccini influenza

Influenza: San Matteo Pavia, isolato primo ceppo virus A su bimbo di 4 anni

Si stima che la nuova influenza 2018 sarà più aggressiva di quella 2017, e si afferma ciò guardando come si è comportato il virus influenzale in Australia, dove la stagione invernale è giunta al termine e dove è stato registrato il 25% dei casi in più di contagio.

Il bambino, residente nel Pavese, è stato ricoverato per un paio di giorni alla Clinica Pediatrica per febbre e vomito e presentava anche un interessamento polmonare, con una compromissione delle basse vie aeree. Ma, con il freddo, potrebbe venire anticipato a dopo Natale. Lo rende noto la professoressa Maria Chironna dell'U.O.C. Laboratorio di Epidemiologia Molecolare Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Bari e responsabile Sorveglianza Virologica Influenza e virus respiratori. Di questi il 66,9% per il virus di tipo A, principalmente l'AH3N2, e il 33,1% per il tipo B.

La vaccinazione in particolare si rivolge ai soggetti a rischio, ovvero agli anziani over 65, ai bambini e ai pazienti portatori di patologie croniche.

'Intercettati' i primi virus dell'influenza in Puglia: l'isolamento è avvenuto ad opera dei ricercatori del Lavoratorio di Epidemiologia molecolare dell'Uoc Igiene del Policlinico di Bari, il laboratorio di riferimento regionale per la sorveglianza virologica dell'influenza.

A livello globale, l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) segnala di aver analizzato più di 103mila campioni, di cui 5.515 sono risultati positivi ai virus influenzali.

"Inoltre - continua lo specialista - è consigliabile la vaccinazione a tutto il personale sanitario per interrompere la catena epidemiologica che può colpire i pazienti ricoverati o che accedono alle cure e ai contatti famigliari dei pazienti fragili".

Altre Notizie