Ema, Milano in testa al primo turno

Amsterdam Paesi Bassi

Amsterdam Paesi Bassi

Tra le 19 città candidate, la capitale slovacca è tra le favorite, insieme a Milano. Il risultato del primo turno denota una forte dispersione dei voti: su 162 punti elettorali disponibili, solo 65, cioè meno della metà, sono andati alle prime tre, tutte nel quintetto delle candidature tecnicamente più forti. L'abbandono di La Valletta è stato annunciato dal governo maltese, mentre del ritiro della città croata ha parlato il ministro degli esteri.

"Lavoriamo, con grande fiducia, per il secondo turno", ha scritto in un tweet il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. A Bruxelles il consiglio Affari generali dell'UE si incontra alle 17 e deciderà il nuovo indirizzo dell'Agenzia europea dei medicinali (EMA) che nel 2019 dovrà lasciare Londra dopo l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. Le votazioni avverranno questo pomeriggio a Bruxelles, dove i Ministri degli Esteri (o eventuali delegati) dovranno scegliere tra le città candidate.

La procedura, alla quale per l'Italia partecipa con il sottosegretario agli affari europei Sandro Gozi, prevede votazioni anonime e segrete e le schede cartacee, al termine, saranno distrutte. Tra uno scrutino e l'altro potrà trascorre mezz'ora o poco più: il tempo necessario ai singoli rappresentanti per consultare le capitali e far convergere i voti su questo o quel candidato. La conquista dell'Ema vale un indotto di 3 mila nuovi posti di lavoro e un impatto economico da 1,8 miliardi di euro, un boccone davvero ricco. Al primo turno ciascun Paese rappresentato intorno al tavolo ha avuto sei punti da distribuire: 3 per la sede ritenuta più adatta, 2 per la seconda scelta e uno per la terza.

Se anche il secondo turno terminerà senza che nessuno dei tre candidati abbia ottenuto la maggioranza, si passerà al ballottaggio finale fra i due più votati, sempre con la possibilità per ogni Paese di esprimere un solo voto. In caso di parità, la vittoria sarà assegnata con un' estrazione a sorte.

Altre Notizie