Manovra: fonti, nuova lettera Ue, ma decisione a maggio

Il richiamo della Ue: «I conti pubblici dell'Italia non migliorano»

Conti, arriva nuova lettera Ue. Katainen: "Situazione in Italia non migliora"

E la Ue si prepara a un richiamo formale.

DECISIONE SLITTA A MAGGIO La Commissione invierà la missiva con richiesta di chiarimenti sulle deviazioni dagli obiettivi e di ulteriori impegni in merito alla legge di bilancio. E' apprende l'AGI a Bruxelles mentre e' in corso la riunione settimanale del collegio dei commissari. Una decisione sulla manovra italiana verrà presa nel maggio dell'anno prossimo sulla base di tutti i dati consuntivi del 2017, anziché alla fine di questo mese.

L'opinione di Bruxelles arriverà "la prossima settimana e non voglio anticiparla, ma il fatto è che tutti possono vedere dai numeri che la situazione in Italia non migliora".

KATAINEN - Getta ombre sui conti italiani il vicepresidente della Commissione Jyrki Katainen che dice comunque di non voler "anticipare" l'opinione Ue in arrivo il 22 novembre. Richiesto di specificare quali sono i dati economici negativi dell'Italia a fronte di una crescita del pil notevolmente al di sopra di quanto previsto in primavera, Katainen ha spiegato di riferirsi al rischio di deviazione dell'Italia rispetto agli obiettivi di correzione del bilancio in termini strutturali.

Altre Notizie