De Laurentiis: "Tavecchio e Uva dimettetevi. E anche il Coni ha responsabilità"

E' una furia Aurelio De Laurentiis contro Ventura il presidente del Napoli è categorico

De Laurentiis: «Inutile convocare Insigne per farlo star fuori o per schierarlo fuori ruolo»

Se fossi Tavecchio - prosegue De Laurentiis - la prima cosa che farei sarebbe quella di dimettermi.

Attraverso i microfoni di Sky Sport il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha commentato l'eliminazione dell'Italia contro la Svezia.

"Ventura? Un bravo allenatore, ma anche io a Napoli lo mandai via dopo poche settimane. Se uno gioca col 4-2-4, non può far venire Insigne e metterlo nei 4, perché Insigne gioca in un 4-3-3, è lì che esprime il suo massimo livello di capacità". In questo modo si crea anche un danno economico alla società. Questi gioielli poi, a livello internazionale, non appaiono come dovrebbero apparire e allora quella che dovrebbe essere una vetrina espositiva diventa invece una vetrina negativa. Chi vede in maniera superficiale quei giocatori pensa che valgano meno sul mercato. E' il responsabile di questa disfatta, si deve dimettere. Anche il Coni ha delle responsabilità, avrebbero dovuto obbligare la Federcalcio a fare altre attività.

Apertamente criticato Gian Piero Ventura che, come ha ricordato De Laurentiis, non ebbe vita facile nemmeno sulla panchina del Napoli. "Un giovane di 35 anni".

Altre Notizie