Delrio: "Mercato va bene, niente incentivi auto"

Immagine notizia

Auto, per ora niente incentivi

"L'anno scorso sono stato sconfitto ma ora tornerò alla carica".

In occasione del convegno sulla mobilità organizzato da Fiom e Cgil, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha sentenziato: al momento il Governo Gentiloni non prevede l'introduzione di incentivi per l'aggiornamento del parco auto circolante. Si tratta di un tentativo già fatto negli anni passati, finora non andato a buon fine.

"Continueremo a lavorare", promise Del Rio e così è stato.

"Per ora non abbiamo scelto la strada degli incentivi". E naturalmente il conto da pagare ogni inizio del mese è molto elevato. Delrio aveva poi rassicurato tutti nella giornata inaugurale del Salone, dichiarando pubblicamente che "tutto si sarebbe risolto". Le risorse a disposizione quindi non sono molte e considerando che buona parte saranno utilizzate per incentivare la ripresa dell'occupazione giovanile, non ne restano molte per gli interventi di welfare. Secondo l'esponente del governo "Basterebbero 70 milioni l'anno" e si potrebbero concedere detrazioni fiscali sugli abbonamenti ai mezzi pubblici a circa due milioni di cittadini. Ma cosa ne penserà il MEF? A questo sta pensando il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, deciso a inserire l'agevolazione tra le misure della prossima legge di Bilancio. Tra questi rientrano 7,7 miliardi di euro già stanziati per cambiare autobus e rinnovare il parco mezzi; 2,4 miliardi di euro per il rinnovo delle ferrovie regionali, ai quali dsi aggiungono 4 miliardi di euro del bando delle Ferrovie dello Stato.

Altre Notizie