New York, travolge pedoni e uccide una ragazza: "Ho sentito delle voci"

Vehicle strikes pedestrians in Times Square

Times Square

Il veicolo ha quindi urtato un palo arrestandosi tra la 45esima Strada e Broadway prima che la polizia lo portasse via. Un concetto ribadito più volte dagli agenti e anche dal sindaco, Bill de Blasio: "Non ci sono indicazioni che sia un atto di terrorismo", ha detto il primo cittadino parlando più tardi proprio a Times Square, e aggiungendo comunque di aver disposto il rafforzamento dei controlli nei "centri strategici". Si chiama Richard Rojas ed alle spalle ha già due arresti: uno nel 2008 ed uno nel 2015, per guida in stato di ebbrezza.

Aveva solamente 18 anni la vittima dell'auto assassina che ieri pomeriggio si è scagliata sulla folla a Times Square, New York. La polizia ha infatti condotto sull'uomo i test necessari per accertare la presenza di alcool o droghe.

Un'auto avrebbe investito a Times Square, nel cuore di Manhattan, alcuni pedoni sul marciapiede a grande velocità.

L'area dell'incidente è stata immediatamente chiusa, con un imponente dispiegamento di polizia, fra artificieri e unità anti-terrorismo. Alcuni edifici sarebbero stati messi in lockdown.

Alyssa era in vacanza con la famiglia e sarebbe dovuta rientrare a casa la prossima settimana. Per quanto riguarda Richard Rojas, dopo l'impatto è sceso dall'auto e ha cominciato a urlare e inveire contro i passanti cercando di colpirli. La città, subito è ripiombata nella paura e nello sconforto. Il ricordo dell'attacco all'America è ancora vivo ed è stato risvegliato di recente da vari episodi. "Sono devastato. Lei era tutto per me".

Altre Notizie