Internazionali d'Italia 2017, Fognini non c'è: Zverev vince in due set

Il Giorno della Memoria

Internazionali d'Italia 2017, Fognini non c'è: Zverev vince in due set

Dopo la serata d'incanto vissuta col n.1 al mondo Andy Murray, il brusco risveglio arriva a mezzogiorno contro il giovane talento tedesco Alexander Zverev che sul centrale del Foro Italico lo elimina dagli Internazionali Bnl d'Italia con un doppio 6-3.

Fabio Fognini è stato protagonista di un nuovo episodio controverso sul campo degli Internazionali d'Italia di Roma. Dopo la partita il ligure ha puntato il dito anche contro l'arbitro svedese Lahyani: "Ha fatto una cazzata, ha chiamato buona una palla di Zverev che era fuor.". Questa è una vittoria con dedica speciale ("Ciao nina, manca poco, poco ha scritto sull'obiettivo della telecamera; ndr) e speriamo che mi lasci giocare tranquillo". Poi che lo scozzese non stia vivendo un gran momento è un altro discorso, ma certo la sua leadership è al momento indiscutibile vista la discontinuità di chi gli sta dietro (Djokovic e Wawrinka), il tritatutto Nadal ancora a distanza di relativa sicurezza e Federer che a 36 anni si vuole concedere sempre meno (logica ma tristissima la scelta di saltare il Roland Garros). "Ciao Nina. Manca poco poco.", un pensiero alla moglie Flavia Pennetta che a giorni lo renderà padre.

L'inizio di secondo set ricalca l'andamento del precedente, ma questa volta Sock ha una reazione, spinge forte con servizio e dritto e si porta addirittura in vantaggio 4-3.

Poi il pensiero vola a casa e al figlio in arrivo: "Ora vado a vincere il mio torneo più grande". Ma nel decimo game tiene alta la concentrazione e chiude, tra gli applausi scroscianti del pubblico del Foro Italico. L'imminente paternità gli impedisce di arrabbiarsi più di tanto per una sconfitta rimediata contro uno dei talenti del circuito, il leader Next Gen Alexander Zverev. "Nel primo set ha giocato molto bene lui". "C'è amarezza perché non sono riuscito a giocare come negli altri due incontri - ha detto Fabio davanti ai giornalisti - ma bisogna anche dare dei meriti al mio avversario". "Questo torneo è qualcosa di incredibile per noi italiani, però è al tempo stesso difficile proprio per le aspettative che ci sono nei nostri confronti" ha dichiarato la tarantina, mai oltre il terzo turno a Roma.

Altre Notizie