Lynlee, la bambina nata due volte. Operata di tumore e ricucita nell'utero

La bambina nata due volte in Texas

Lynlee, la bambina nata due volte. Operata di tumore e ricucita nell'utero

La sua storia sta facendo il giro del mondo, si tratta di Lynlee Boemer, una bambina che, potremmo dire, essere nata due volte. Lynlee, la bimba nata due volte, era affetta da un tumore al coccige, una patologia rara che colpisce un nato ogni 35 mila e che in genere viene diagnosticato in tempo, permettendo all'equipe di medici di operare dopo la nascita del neonato. La signora Boemer, da Plano, Texas, ha detto: "Hanno visto qualcosa sull'ecografia, il medico è venuto e ci ha detto che c'era qualcosa di gravemente sbagliato con il nostro bambino e che aveva un teratoma sacro-coccigeo".

Nel caso specifico, però, ulteriori accertamenti - protrattisi per ben 7 settimane - avevano evidenziato come il male si stesse sviluppando in maniera troppo veloce e consistente, per dimensioni: il rischio, per altro molto serio, era che la massa tumorale finisse per bloccare l'afflusso di sangue al feto, decretandone la morte. Ma poi Darrel Cass, co-direttore del Children's hospital, le ha paventato la possibilità della chirurgia fetale.

Perfettamente riuscita, l'operazione si è conclusa pochi giorni fa con il parto che ha dato al vita a Lynlee, inconsapevole testimone di quanto la medicina possa ricondurre gli imprevisti in gravidanza ad un processo tanto naturale e spontaneo da non avere eguali sul pianeta Terra.

Il tumore era quasi più grande del feto ed è stato effettuato un taglio più grande del solito. Per via della grandezza del tumore e dei tempi stretti, la situazione nella sala operatoria non è stata facile. La madre Margaret si dichiara contenta dell'intervento risolutivo che ha salvato la vita della piccola. "Il feto era come sospeso nell'aria, il battito cardiaco si è praticamente fermato" ha raccontato Cass. Margaret, che aveva già perso il gemello di Lynlee, si è affidata ai chirurghi per sottoporsi a un'operazione di 5 ore, durante la quale la bimba è stata rimossa dal grembo materno per essere salvata dal tumore. "E' stata davvero dura - dice la mamma Margaret - ma è valsa ogni pena vissuta".

Ma non è finita lì: dopo il parto, LynLee è stata sottoposta alla rimozione dei frammenti di tumore che stavano nuovamente crescendo. Dopo alcune settimane di terapia intensiva baby Boemer è tornata a casa con gli altri due fratelli.

Altre Notizie