Milano, il 'picchiatore' spagnolo esce dal carcere e sparisce

Nicolas Aitor Orlando Lecumberri

Milano, il 'picchiatore' spagnolo esce dal carcere e sparisce

Poi però Nicolas Orlando Lecumberri, il 23enne spagnolo autore di almeno una ventina di aggressioni compiute a suon di pugni in faccia a Milano e per questo arrestato il 27 luglio scorso, ha fatto perdere le proprie tracce.I suoi difensori, gli avvocati Francesco Brignola e Alessia Generoso, che hanno chiesto e ottenuto l'affidamento nella clinica psichiatrica, non sono neppure stati informati.

La famiglia del giovane dunque invita chiunque abbia notizie di fornire informazioni al consolato spagnolo di Milano oppure ai legali Avv. Il 23enne alle 16 di giovedì è stato accompagnato al cancello del carcere di San Vittore e liberato. Il gip di Milano Livio Cristofano aveva disposto una perizia per stabilire se lo stato di salute mentale del ragazzo fosse compatibile con il regime carcerario. L'unica certezza è che necessita di terapia farmacologica psichiatrica costante.

Quando e' uscito dal carcere, il giovane indossava una maglietta grigia con una scritta davanti, un paio di pantaloni corti blu e portava uno zainetto piccolo nero a tracolla e una valigia tipo trolley blu. Non si hanno notizie, scrivono, "circa la direzione che ha preso nè con quali mezzi si stia muovendo". Per gli avvocati "l'assurdita' del comportamento della polizia e della magistratura ha creato un rischio per il ragazzo e per gli altri" tenendo conto anche che il gip Cristofano e' lo stesso che, un mese fa, "ha ritenuto di mantenere Nicolas in carcere per il pericolo di fuga". "Avrebbe allora dovuto esserlo la magistratura e lo Stato".

"Non sussistendo specifiche esigenze processuali o di sicurezza", previste dalla legge, "l'indagato raggiungerà senza accompagnamento, immediatamente e senza soste intermedie, il luogo di esecuzione della misura, dando tempestivo avviso del proprio arrivo alla stazione dei Carabinieri competente per territorio", ha scritto il gip Cristofano nell'ordinanza con cui ha disposto la scarcerazione e i domiciliari in una clinica psichiatrica in Liguria.

Altre Notizie